admin Posted on 3:35 pm

Una torcia luminosa per un buio più fitto

Ad oggi la tecnologia nel campo delle torce ha compiuto dei passi in avanti: basti pensare all’utilizzo delle lampadine LED in sostituzione di quelle alogene, a loro volta nuove rispetto alle più antiche lampadine a incandescenza. I costi di questi accessori hanno una oscillazione di prezzo molto variabile e possono adagiarsi ad ogni tipo di esigenza e di budget. Abbinare questo tipo di sorgente luminosa ad un raggio luminoso di grandi dimensioni, così come ad un dispositivo pratico, maneggevole e molto resistente, significa utilizzare un prodotto innovativo e di grande utilizzo, come nel caso della Torcia X-Light.

Il dispositivo

Una torcia militare a LED è uno strumento professionale dotato di impugnatura cilindrico-conica in alluminio aeronautico, il quale risulta essere di gran lunga resistente ad urti e cadute, provvisto di pulsanti di accensione e regolazione della torcia, ospitante un alloggio per lampadine a LED molto performanti. La torcia X-Light, in particolare, può sfruttare le due differenti tipologie di batteria:

  • batterie ricaricabili dalla durata di cinque ore qualora si utilizzasse la torcia a bassa potenza, due ore se sfruttata ad alta potenza;
  • batterie usa e getta AAA.

Questa doppia funzionalità permette di potersi adattare ad ogni evenienza; difatti, durante una escursione, potrebbe non esserci a disposizione della corrente elettrica con cui ricaricare la batteria, quindi potrebbe risultare efficace l’utilizzo di batterie comuni usa e getta.

Le caratteristiche

La torcia di cui stiamo parlando si caratterizza per una lunga gittata di proiezione del fascio luminoso (stiamo parlando di all’incirca 500 metri!), utile per poter illuminare elementi posti a distanza elevata dal punto da cui si osserva. Il LED alloggiato nel cono della torcia è del tipo “LED XML-Serie T6 1.000 lumen”, lampadine potenti e durevoli oltre le centomila ore. Particolarità di questa torcia non sono soltanto le tre diverse intensità di illuminazione (bassa, media alta) ma due ulteriori modalità di trasmissione del raggio:

  • SOS, modalità impiegata per la segnalazione della posizione in caso di richiesta di aiuto, esigibile mediante una accensione e uno spegnimento ad intermittenza;
  • Strobo, la quale sfrutta il potere di abbaglio per accecare un aggressore per più minuti.

Infine, la torcia possiede una funzione di “zoom telescopico” che le conferisce delle proprietà simili ad un riflettore. L’efficienza tecnica della torcia militare viene supportata da quella dimensionale, dal momento che ci stiamo riferendo ad un oggetto ergonomico e di piccole dimensioni (15 cm di lunghezza x 3,5 cm di diametro).

Gli utilizzi

Un dispositivo luminoso come quello che abbiamo appena descritto si presta quale torcia abbagliante contro un aggressore, poiché emana una potenza tanto luminosa da stordirlo e permettere alla vittima di fuggire in tempo; d’altro canto, però, si ritiene vantaggioso l’utilizzo della torcia anche durante esplorazioni notturne particolarmente durature, se pur quando non si ha l’opportunità di ricaricare la batteria integrata, grazie alla potenza luminosa della lampadina a LED che può illuminare a grandi distanze ed intensità. Le dimensioni della stessa torcia permettono di poterla custodire all’interno delle proprie tasche o di piccoli bagagli a mano, in modo tale da essere reperibile in qualsiasi momento e molto rapidamente.

Acquistare una di queste torce, in fin dei conti, non è mai sinonimo di grosse spese; inoltre, è uno strumento che può risultare utile in qualsiasi eventualità e usufruibile nelle differenti modalità. Da considerarsi è l’elevata durata delle batterie in conformità ad una lampadina che, se pur piccola, produce una grossa quantità di luce a lunga distanza, differentemente da quanto accade per delle comuni lampadine energivore. Importante si conferma la presenza di lenti convesse che consentono una precisa direzionalità del raggio luminoso che si vuole emettere, funzionalità che verrebbe adorata dagli amanti della caccia notturna perché consente di centrare al meglio il proprio obiettivo. Delle torce comuni, infine, potrebbero non dimostrarsi particolarmente resistenti durante una caduta o uno schiacciamento ad una certa pressione.